Kajoca-Faenza-bambino-cosa-compro-help

Che gioco mi consigli per…

“Quale gioco mi consigli ?”  questa è la domanda che i nostri clienti ci fanno non appena entrano in negozio.

Le proposte sul mercato del giocattolo sono migliaia, e non mancano certo i luoghi dove trovarle, il valore aggiunto che possiamo offrirvi sta nel darvi gli strumenti per capire quale gioco può essere adatto ai vostri bambini rispettando le loro necessità.

Su questo abbiamo costruito la nostra attività: vi ascoltiamo giorno dopo giorno per aiutarvi in questo processo di acquisto che amiamo definire esperienza d’acquisto offrendovi la possibilità di toccare, provare, testare, e se volete ascoltare le motivazioni e gli aneddoti che ci hanno portato a selezionare i nostri tanti marchi.

Non è infatti sempre facile scegliere cosa integrare nelle nostre collezioni, ma la soddisfazione è tanta quando scopriamo che ciò che abbiamo scelto per voi è esattamente ciò che stavate cercando.

Voglio il più …

Di fronte al desiderio o necessità di acquistare un regalo per un nostro caro potremo essere portati a scegliere il più costoso, il più grande, il più colorato, come la miglior scelta possibile….concordiamo, può essere una soluzione, ma non sempre e non per tutti; proviamo a darvi qualche piccola indicazione :

innanzitutto il gioco/giocattolo deve essere a misura del bambino/a in modo da poterlo accompagnare nel suo processo di crescita (a prescindere dall’età): deve essere semplice per essere “comandabile” dal bambino, ma abbastanza complesso per rappresentare una sfida e non divenire prevedibile.

Una scelta che proponiamo talvolta si basa sulla proprietà del giocattolo di adeguarsi nella forma/uso/regole nel tempo in modo da poter cambiare le modalità di gioco nella crescita

Ma ora vi potreste chiedere “esiste una tabella su cui è scritto cosa è adatto per ogni età?” Be’ qualcosa del genere esiste, ovviamente non è scolpita nella pietra e ci sono mille sfumature  da interpretare (i classici segreti del mestiere), ma proviamo a darvi qualche indicazione.

Kajoca-Faenza-bambino-palla-gomma-mesi

Giochi esplorativo

A partire dalla nascita i giochi preferiti del bambino sono il proprio corpo e di quello di mamma e del papà (e fin qui zero spese) per poi passare a semplici oggetti magari tattili e che gli permettano di conoscere colori, consistenze e diversi materiali.

Giochi da 0 a 3 mesi

Nei primi 3-6 mesi il bambino si accorge di avere ben due mani e di poterle usare per prendere, lasciare o sbattere oggetti tra loro.

E’ quello che viene definito gioco esplorativo che aiuta e sollecita la coordinazione occhio-mano, per scoprire forme, consistenze e localizzare suoni.

Il primo distacco notturno dalla mamma (il pisolino nel suo letto per esempio) può essere aiutato da un gioco che viene tecnicamente definito: oggetto transizionale. Un esempio classico è il DouDou (chiamato anche Ciuccia)

DouDou Elefante di Sigikid

una bambolina di pezza che il bambino stringendola gli potrà restituire l’illusione di non essere solo.

Il  Battesimo  è un evento importante e unico che esula un po’ da queste regole, il regalo quindi è talvolta utile valutarlo per un utilizzo nei i successivi mesi/anni magari a coprire il periodo dell’infanzia (cavalli a dondolo o lampade arredo per esempio)

Ciuccia Elefante morbida Kajoca Faenza
Kajoca Hape-xilofono-con-palline

Giochi da 12 a 14 mesi

Attorno ai 12/14 mesi potremo parlare di gioco imitativo: il bambino/a riconosce di chi lo circonda ne capisce le azioni e cerca di rifarle grazie ad un maggior controllo delle sue azioni. Giocattoli che prevedono azioni semplici come spingere, tirare, battere, infilare o sfilare oggetti, sono assolutamente adeguati (es piano- xilofono con palline).

Non dimentichiamo che attorno ai 12/14 mesi arriva la prima vera conquista dei nostri piccoli il camminamento,

Carretto primi passi Janod

di conseguenza tutto quel che stimola e aiuta questo importante momento della vita sarà ben apprezzato dai genitori e piccoli (l’ora X non è uguale per tutti, ma non preoccupatevi, prima o poi tutti cammineranno !!!!).

PRENOTA UN APPUNTAMENTO CON CATIA

Giochi dai 2 ai 3 anni

Attorno ai 2-3 anni il nostro piccolo genio arriva al gioco costruttivo, avendo sviluppato le sue funzioni motorie e intellettive sarà divertente assistere a tutti i suoi esperimenti:  creazione e distruzione di piccole costruzioni (Kapla, SmartMax),

Smart Max costruzioni magnetiche

piccoli puzzle con riconoscimento di figure più complesse, strumenti musicali, primi 

di giochi di abilità e concentrazione, ecc….

Ai 2 anni vi è il pieno raggiungimento di autonomia nel movimento, e quindi via libera per tricicli o bici senza pedali, e monopattini a tre ruote .

costruzioni in legno Milani wood
KaKajoca valigetta dottore verdura da tagliare meccano

dai 3 agli 8 anni : il gioco di finzione

La terza fase è forse la più lunga ed è definita gioco di finzione, parte dai 3 anni e può arrivare fino ai 7-8 anni (ma possiamo anche andare oltre viste le diverse scelte sul mercato)

Il questa fase i nostri bambini sono pienamente coscienti del loro ruolo e del ruolo dei componenti della famiglia (spesso allargata a nonni e zii) tanto da volerne imitare lavori e hobby. Il ragionamento che vi sta dietro è : “ se imito i grandi divento grande anche io”

E’ quindi ok alle cucina in miniatura, valigetta del dottore, bambole,

Kajoca Faenza bambole gotz

garage e, case per le bambole,  carrello della spesa,  fattoria, banco del meccanico, del mercato, piste del treno e via dicendo.

Spazio poi alla creatività e immaginazione: dalla plastilina, ai colori per colorare o dipingere il viso, collanine o robot con materiale riciclato, i primi tavolini su cui lavorare e disegnare, lavagne, primi giochi di società e giochi prescolari come lettere e numeri magnetici, timbri, stencil con figure geometriche…

Un capitolo a parte per i molteplici utilizzi e andrebbe dedicato ai travestimenti, un incredibile stimolo per l’immaginazione e spunti per creare mondi immaginari e paralleli tanto cari ai nostri bambini.

Dagli 8 ai 12 anni

Al momento di fare un regalo ad un bambino di 8-12 anni arrivano per i primi “veri” esperimenti scientifici per bambini che per bambine

(Buki, Sentosphere), puzzle (family puzzle) strumenti ottici quali telescopi , microscopi digitali , costruzioni tecniche ad energie rinnovabili, ma anche metal detector e giochi per l’aria aperta (bs toys)

Non mancano giochi di società di logica per quanto sempre richiedono  oggetti di design per la loro cameretta, apprezzati in quanto curiosi, ma anche affermare e personalizzare il loro spazio meravigliando i loro amichetti.

Kajoca mappamondi tecnodidattica

Per l’età 13 -16 anni

Siamo nell’età 13-16 all’interno delle amicizie cambiamo i modelli di scelta, c’è chi emerge e chi è più timido.

Spesso proponiamo ai teeneger di avvicinarsi al mondo della magia, anche facilitati dai numerosi maghi you tuber che spopolano sul web

Dai mazzi per street magic alle confezioni con diversi numeri inclusi, assicuriamo che con dedizione si potranno togliere diverse soddisfazioni in grado di meravigliare amici e amiche, donando un certo fascino e aumentando l’autostima talvolta fragile in questi anni. (se poi dovesse diventare una passione siamo in contatto con la primaria scuola di magia e illusionismo di Bologna)

In alternativa tra le scelte scelte potete trovare articoli dedicati all’osservazione terrestre ed astronomica

Kajoca Giochi Faenza Auriga cannocchiale astronomico

(organizziamo incontri per un corretto utilizzo delle attrezzature), ed oggetti di design che riscuotono sempre un certo successo tra i ragazzi per la loro unicità.

Come noterete abbiamo tantissime idee e soluzioni, per ogni fascia di età e mensilmente ne selezioniamo di nuove per offrirvi sempre novità rispettando stile, ambiente, ed etica…